36,5 m s.l.m.

Salita del Forte Ostiense 15

Municipio IX

Quartiere Ostiense

 

Forte Ostiense  -  (1882 - 1884)

Polizia di Stato - Caserma "Forte Ostiense"

Vicende e descrizione storica - sintesi

Il Forte Ostiense fu realizzato tra il 1882 e il 1884, per un costo di £ 1.444.657. Situato all’intersezione tra le vie Laurentina e Ostiense, aveva il compito strategico di difendere esse, la ferrovia per Civitavecchia e la vallata del Tevere, sino al fosso della Magliana. Il tracciato del forte è un quadrilatero irregolare con fronti esterno e di gola rettilinei non paralleli e fianchi laterali leggermente asimmetrici. Il fossato perimetrale è difeso da caponiera centrale e mezze caponiere laterali, da un muro alla Carnot del tipo coperto sul fronte di gola ove è presente anche il tamburo difensivo posto a destra dell’ingresso al forte, difeso dal rivellino. Il piano del ramparo è raggiungibile da due rampe poste a cavallo del traversone disposto a sinistra dell’ingresso e collegato al fronte di gola mediante un ponte in muratura. E’ dotato di una polveriera il cui doppio ingresso sul fossato è posto a destra del tamburo difensivo, di due pozzi di acqua sorgiva.

Uso, stato di conservazione e vincolo del Forte

Il Forte, il primo ad essere dismesso dalle autorità militari, fu concesso fin dal 1924 al Istituto medico pedagogico intitolato al Maresciallo Giardino che lo impiegò fino al 1983. Fu in seguito assegnato alla Polizia di Stato ed è attualmente sede della Zona TLC Lazio.

Il Forte per le parti conservate si presenta in buono stato; è stato notevolmente alterato fin dagli anni ’20 con diversi interventi quali la sopraelevazione del fronte principale dei ricoveri, la demolizione del traversone centrale e del fianco destro e parte del sinistro e realizzata una chiesa ed altri ambienti minori; nello stesso periodo furono eliminati tutti i terrapieni rinterrando il fossato perimetrale e di conseguenza la polveriera, mezze caponiere e ponte levatoio.

La Polizia di Stato ha svolto diverse opere di adeguamento funzionale e statico che hanno interessato le scale, i serramenti, le pavimentazioni; è stata inoltre asfaltata la ex-piazza d’armi. Si conservano parte dei serramenti originali integrati poi in epoca recente, il portone di ingresso, il fregio anche se rimosso dal portale. Il Forte è vincolato ai sensi del Codice dei Beni Culturali con D.M. 15/11/1975.

Il Compendio Demaniale

Il compendio demaniale è stato impiegato nel corso del tempo per la realizzazione di alcuni edifici civili. 

 

testo © 2013 Progetto Forti

sezioni prossimamente disponibili

1/8

Archivio digitale Progetto Forti - Fondo Forti di Roma - Foto di Fabrizio Latini 

(Aut.ne Uff. Relazioni Esterne e Cerimoniale - Segr.ia Dip.to PP. SS. Ministero degli Interni concessa)

© 2013-2015 by APS PROGETTO FORTI. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now